Copyright © Topi in soffitta
Design by Dzignine
24 luglio 2017

Topi in soffitta riapre i battenti



Sono anni che non posto qualcosa sul blog, in questi anni diverse cose sono cambiate, alcune in negativo e altre in positivo.


Una di quelle positive è che abbiamo rimesso mano a casa e siamo riusciti a farla rinascere.

I lavori sono stati diversi è c'è ancora tanto da fare, ma per adesso è cosi, bella pulita e pettinata














Giusto per ricordare, alcune stanze prima erano cosi:





13 ottobre 2015

Addio, piccolo cucciolo

 

Da giorni sto "scroccando" la connessione di un amico, non avendo ancora la linea di casa attiva.

Quattro volte al giorno incrociavo, sulla strada di campagna che porta a casa di Frà, un cane randagio.

Non era denutrito, qualcuno gli portava da mangiare, ma era li, da solo, all'acqua e al vento e mi faceva una tenerezza infinita.

Povera creatura

Stamattina, percorrendo la solita strada ho scorto, all'orizzonte, una sagoma sull'asfalto.
Ho sperato dentro di me fosse un scatolo di cartone, ma già sapevo.
 

...

Mi spiace per te, piccolo cucciolo.

Non conoscevo la tua storia e non conosco quella di chi ti ha (spero per errore e senza accorgersene) fatto questo.

Ma sappi che io ti ricorderò nelle mie preghiere silenziose, per sempre, e pregherò con forza affinché tu possa rinascere sano e amato, e non debba più morire se non per vecchiaia.

Addio, piccolo cucciolo
8 novembre 2013

La tripla fila


Genitori che portate i vostri figli a scuola: vi vorrei informare che camminare fa bene, è un'attività semplice che migliora la vita, vostra e del figlio che scaricate alle maestre.



 

Invece di sostare in tripla fila, facendo bestemmiare il mal capitato che proprio quella mattina è li in coda, provate a parcheggiare 200 metri prima e a farvi una bella passeggiata.

Male non vi farà.

Io ricordo che mia madre mi lasciava andare a piedi a scuola, quando ero piccolo, e non mi è mai successo nulla di grave, nonostante l'istituto fosse a 8 chilometri da casa mia e dovessi attraversare un tratto di superstrada per arrivarci


Quindi smettetela di intasare le strade, fatevi due passi assieme al pargolo e non cacateci la minchia!!!

Con rispetto parlando, ovviamente.
 
16 ottobre 2013

La mortazza


Al banconista che affetta la mortadella cade la pinza, con la quale prende le fette, a terra; lui, come se nulla fosse, la recupera dal pavimento e continua ad usarla. 





La domanda nasce spontanea, cosa fare?
A. Non dire niente, tanto i microbi producono anticorpi, si sa;
B. Andarsene borbottando;
C. Andarsene in silenzio ma poi andare a lamentarsi dell'accaduto con il direttore;
D. Chiedere anche un etto di crudo e un po' di ricotta.

Il fatto è accaduto mentre aspettavo il mio turno.

La signora che stava servendo in quel momento ha provato a protestare, ma lui ha giustificato il gesto dicendo qualcosa del tipo "è caduta in piedi"  manco fosse la reincarnazione di un gatto ninja.

Io me ne sono andato scuotendo la testa come un vecchietto davanti ad un lavoro stradale fatto male.


Ho pagato la mia spesa e subito dopo sono andato al banco informazioni per lamentarmi della cosa.

La signora al banco, evidentemente ce l'aveva col suo collega da tempo, perché ha voluto chiamare a tutti i costi il direttore che era fuori nel parcheggio.

Ho spiegato con calma la cosa al direttore, facendo attenzione a non scatenare un putiferio. 

Il mio tono era del tipo: "guardi, è capitato questo, ma non voglio far licenziare nessuno, solo farvi prestare più attenzione, tutto qui"

Lui,scusandosi come un ladro colto in flagranza di reato, mi ha stretto la mano e mi ha ringraziato, promettendo misure drastiche.


Onestamente non sono ancora tornato al supermercato, ma non credo la cosa si sia risolta a tarallucci e vino.


E voi, che soluzione avreste adottato? A B C o D??
5 settembre 2013

Parcheggio selvaggio


Tizio parcheggiato malissimo.

La macchina occupa metà carreggiata e lui appoggiato al cofano nella classica posa da: "qui comando io, sono il più figo del quartiere e se c'hai problemi ti faccio a pezzi usando solo i pollici, ma sei donna sei mia, mi basta sbottonare anche il quinto bottone e mostrarti un cristo d'oro grande quanto quello vero avvolto in una nuvola di peluria soffice soffice che ci puoi spazzolare il culo di un bebé".

Io.
Guido nella sua direzione, lo vedo da lontano e comincio ad andare verso di lui.
Prendo il cellulare in mano e, facendo finta di distrarmi, continuo ad avanzare nella sua direzione.

Lui. 
Mi vede, mastica a bocca aperta e drizza leggermente la schiena.

Io.
Continuo ad avanzare. Fra me e lui il nulla, la strada è libera da ostacoli.
Mi piego un po' di più verso il sedile del passeggero facendo ancora più finta di essere distratto dal telefono.

Lui.
Scolla il culo dal cofano della macchina e si mette nella classica posa alla baywatch: mani ai fianchi e sguardo perso verso l'infinito e oltre. Solo che nel suo infinito ci sono io, e l'espressione cambia da: "sono un figo" a "mi sto per cacare addosso"

Io.
Avanzo, ormai sono piegato in 2 con la macchina dirottata verso la sua.

Lui.
Suda. Suda così tanto che gli si forma una pozza sotto i piedi, e comincia ad agitare un braccio.

Io.
Avanzo

Lui.
Le braccia diventano 2, ma sembrano 4. 

Io.
Accendo i tergicristalli per errore

Lui.
Grida in prebabilonese antico

Io.
Mi drizzo di botto, mollo il cellulare e a meno di 2 metri da lui sterzo violentemente e gli passo vicino, sorridendo come solo uno stronzo sa fare.

Cosi impari a parcheggiare la macchina, la prossima volta!!!

25 luglio 2013

Il moribondo a galla



Oggi ho fatto vedere a mia nipote Alice come fare il morto a galla... poco dopo gli ho fatto vedere come fare il "moribondo a galla" ... che è come il morto solo che in più ci si lamenta perché si sta morendo... roba tipo "aaaahhhhrrggg.... arrrrggg..." con spasmi e quant'altro.

Finisco di fare il moribondo a galla e le dico: 
"Dai, adesso prova tu"... e lei " No, zio! è una cosa troppo stupida"
2 luglio 2013

Il paradigma del tostapane, parte seconda


Qualche settimana fa ho scritto di un video visto su youtube, e del relativo esperimento che ne è scaturito.

Finalmente vi posso mostrare il resoconto di quell'esperimento.



Certo, le cose non sono andate come pensavo io: nessuna esplosione, nessun morto, nessuna scarica di corrente ne pioggia di rane... ma sono felice di aver dato il via all'esperimento, è stata un'esperienza simpatica.

Il prossimo esperimento prevederà una pentola di rame e un cannone del III sec a.C. caricato di Tofu

Devo solo convincere Andrea, e cercare un cannone su eBay annunci ;)


Ps. Un grazie ad Andrea e Zeb che si sono prestati per portare a termine quest'idiozia :D

20 giugno 2013

Il paradigma del Tostapane.
Ovvero: se infilo un coltello nel tostapane, questo, esplode??

Qualche settimana fa ho visto questo video.
Un ragazzo perde una scommessa e, per punizione, infila un coltello nel tostapane
Il coltello fa contatto e il tostapane esplode, letteralmente.
(Per i pigri basta andare al minuto 1:05)







Resto a bocca aperta e posto il video su Google Plus.

Neanche il tempo di condividere e parte un accesa discussione sulla veridicità della cosa, o meno.

Da un lato ci siamo io e Zeb Demon (non è un nome di fantasia, si chiama proprio cosi, i suoi genitori non gli volevano molto bene :D) che cerchiamo in giro per la rete prove documentarie per avvallare la nostra tesi, e dall'altro c'è Andrea Z. (non è un abbreviativo, il suo cognome è proprio Z) che ci suggerisce di usare la logica asserendo che è impossibile far esplodere cosi un tostapane. Fra salvavita e costruzione generale dell'elettrodomestico, al massimo dovrebbe fare qualche scintilla, niente più.

E mentre siamo li che divaghiamo, parlando di rasoi elettrici e di racchette per zanzare esplose come armi termonucleari, Zeb spara la cartuccia: "Che famo, proviamo??"
E a quel punto Andrea fa l'errore della sua vita esclamando: "rimediami un tostapane e provo io."
E io, che non sono più normale di loro, accetto la sfida e la butto li: "Dammi il tuo indirizzo che te lo spedisco a casa".
Zeb, che evidentemente non si accontenta di viverla da semplice spettatore ma vuole rischiare ustioni di 3° grado, aggiunge: "se te lo spedisce vengo a riprendere il tutto"

Dopo un momento passato a capire se scherzavo o meno, ignari del fatto che il sottoscritto ha già compiuto azioni degne di ricovero coatto Andrea mi passa il suo indirizzo in privato e io gli spedisco questo gioiellino della tecnica acquistato su eba:




Oggi il tostapane è arrivato a destinazione, adesso non ci resta che dare il via all'esperimento. Non sono sicuro di sapere cosa mi aspetto da questa cosa, se preferisco che tutto vada liscio senza esplosioni o se, in cuor mio, mi auguro di veder saltare in aria in mille pezzi il malefico aggeggio!!

Spero, ovviamente, che nessuno si faccia male... nell'attesa di scoprire se una granata a grappolo nel microonde esploda o faccia solo tante simpatiche scintille :)


Stay tuned ;)

12 giugno 2013

Mac Pro parodia

Dopo il lancio del nuovo Mac Pro della Apple, si è scatenata in rete la guerra alla parodia, visto che il nuovo computer della casa di cupertino sembra ... qualunque cosa.
È un cestino? un cestello porta ghiaccio? A voi la scelta, per me è un porta patatine fritte

Non potevo non fare la mia versione :)


iOS7 la parodia


Finalmente è arrivata, la parodia del "nuovo" sistema operativo di casa Mac
Dopo le precedenti parodie, non poteva mancare questa.
Assolutamente da guardare e condividere :)